Emma Marrone live a Montichiari. Un viaggio musicale alla ricerca della propria isola.

Ieri sera, mercoledì 27 febbraio, la seconda tranche dell’ “Essere qui tour exit Edition” ha fatto tappa a Montichiari, dopo il concerto da tutto esaurito il giorno prima al Forum di Assago a Milano. Manca la data romana del 1 marzo per concludere così la parte di un viaggio intrapreso subito dopo l’uscita dell’Essere Qui Boom Edition.  

Si inizia con l’opening act di Antonino: può accendersi così l’insegna EXIT e il pubblico presente nel palasport (quasi sold out) scaldare i motori. La scaletta di Emma prevede oltre due ore e un quarto di musica live e vede l’artista sola sul palco, accompagnata dalla sua band alle spalle, quasi lei fosse davvero isolata nel suo mondo, con la musica e la gente di sempre, che da 10 anni la accompagna e la sostiene. Successi, hit e brani tratti dal recente album rendono Emma l’amica di sempre, vera e genuina. “Stasera siete mondiali visti da qui!”, esordisce l’artista una volta visto il pubblico che, per l’occasione, ha organizzato vari fan attack per omaggiare la cantante (braccialetti fluo, palloncini a forma di cuore e torce illuminate a testimonianza del loro affetto). Sono 24 i brani inclusi nella scaletta della serata (che diventano circa 30 considerando i Medley inediti con arrangiamenti coinvolgenti ed energici).

EMMA – ESSERE QUI TOUR EXIT EDITION 2019 : SCALETTA

  1. Effetto domino
  2. Le ragazze come me
  3. Occhi profondi
  4. Trattengo il fiato
  5. Nucleare
  6. Sorrido lo stesso
  7. Medley Schiena – Nel posto più lontano – Coraggio
  8. Portami via da te
  9. L’Amore non mi basta
  10. Non è l’inferno
  11. Le Cose che penso
  12. Mondiale
  13. Medley resta ancora un po’ – Arriverà l’amore – Calore
  14. Sarò libera
  15. Amami
  16. Quando le canzoni finiranno
  17. L’Isola
  18. Mi parli piano
  19. L’Una e l’altra
  20. Incredibile voglia di niente
  21. Malelingue
  22. Sottovoce
  23. Medley Cercavo amore – La mia città – Il Paradiso non esiste
  24. Inutile canzone

Emma è la protagonista della serata, eppure non sembrano interessarle più di tanto il successo, i lustrini e i flash. Lei vuole stare tra la sua gente, con chi la ama davvero. Dopo essere scesa più volte dal palco, aver cantato tra i suoi fan, aver stretto mani e salutato tutte le tribune, è il momento di raccontarsi senza filtri con una chitarra acustica e uno sgabello, come se quel palasport diventasse tutto d’un tratto il club sotto casa con l’intimità che ci protegge, come un involucro. Dopo aver interrotto il concerto per permettere a due bambine di godersi il live in modo sicuro ed essere state posizionate nei posti sotto palco, si può riprendere con la musica che è la colonna sonora delle nostre vite. Emma ha il coraggio di prenderci per mano e attraverso i suoi brani raccontarci l’evoluzione di noi e della nostra società. “Essere qui” è la consapevolezza che gli artisti, quelli veri, riempiono i palasport perchè hanno l’esigenza di lanciare un messaggio e raccontarsi al proprio pubblico. E ieri sera, cara Emma, ci sei riuscita. Ancora una volta. Quella mondiale, a questo giro, sei stata proprio tu. E ti dirò: ti sei raccontata nel modo migliore che potessi fare. Con il tuo palco hai mostrato tutti gli step che occorrono per un cambio d’abito tra una canzone e l’altra. Ecco perchè non ho notato differenze tra la Emma sul palco e dietro le quinte. La prossima EXIT è vicina: il viaggio continua. Grazie, Emma.



Rispondi

Previous post Palchi: pubblicato il video ufficiale di “Chiara” – VIDEO
Next post Jack Savoretti: pubblicato il nuovo singolo ‘What more can I do’ – VIDEO, TESTO E TRADUZIONE