Giorgia Giacometti

Giorgia Giacometti: “Mi manca Miami, la mia seconda casa!” – INTERVISTA

Il 25 giugno 2021 è uscito l’ultimo singolo di Giorgia Giacometti dal titolo Scossa. Ecco cosa dichiara l’artista in merito:

Il brano parla della vita, di come percepire la sua forza e saper apprezzare ciò che ci dona, proteggendo quel lato di ognuno di noi che da sempre contraddistingue e accompagna i nostri momenti felici: la semplicità. Il messaggio è quindi essere se stessi e cogliere ogni attimo di felicità. A volte possiamo avere la sensazione di essere costantemente sotto la pioggia, ma basta cambiare prospettiva per scorgere l’arcobaleno, perché spesso ciò che più desideriamo è proprio di fronte ai nostri occhi.

Giorgia Giacometti

Scossa, il videoclip

Il videoclip del singolo è stato girato nell’affascinante cornice di Singapore. Grazie al team e ai permessi ottenuti Giorgia ha potuto dare visibilità a una città unica nel suo genere, spinta dalla voglia di trasmettere un messaggio di amore e positività.

L’intervista.

Ciao Giorgia! Benvenuta su Splashouse! Una vita in viaggio: iniziamo proprio da qui. Una vita divisa tra Italia, Miami e Singapore. Qual è quel luogo che definisci “casa”?

Intanto grazie per lo spazio e scusate per la voce bassa ma questi sbalzi di temperatura mi hanno stesa. Non ricordavo facesse così tanto freddo qui in Italia. Sicuramente il posto che reputo casa è dove c’è la mia famiglia, quindi sicuramente l’Italia e la mia Toscana. Ho vissuto 4/5 anni a Miami, me ne sono totalmente innamorata. Proprio qui ho intrapreso la mia carriera da cantante.

Iniziamo a parlare di Scossa, il tuo ultimo singolo. Di cosa parla questo brano? Come nasce?

Il brano nasce a Singapore… vivevo lì da circa un anno e con i produttori del precedente singolo mi sono messa al lavoro su questo brano: “goditi la vita in ogni attimo e sii felice”. Questo brano prende vita grazie ad una persona a cui io devo molto e mi ha fatto vedere il mondo con degli occhi diversi. Ero una ragazza molto più seria, oggi la vivo diversamente. Singapore è stata una contaminazione di culture. Respirando quel clima ho compreso che è fondamentale, soprattutto al giorno d’oggi, buttarsi e mettersi in gioco.

Quanto è importante per te riuscire a rappresentare con le immagini ciò che provi mentre canti?

Direi che è fondamentale, non solo con la musica in realtà. Anche con il business e gli ambiti personali direi. Se ci pensiamo bene il mondo di oggi è basato sull’apparenza. Mi rendo conto che l’apparenza è molto più forte della concretezza. Il video è fondamentale ma la sostanza deve spaccare: se vai ad aprire la scatola e resti deluso, allora vuol dire che non sei riuscito nella missione.

Cosa stai facendo in questo periodo?

Sto riflettendo su me stessa: sto scrivendo e sto lavorando a nuova musica. Mi sto preparando per un nuovo progetto che vedrà la luce a inizio 2022. Devo capire ancora chi sono e chi voglio diventare. Credo con questo nuovo capitolo di essere pronta.

Cosa ne pensi dei live e della ripartenza in Italia?

Rispetto alla Germania ad esempio stiamo facendo dei passi da gigante. I live sono fondamentali: ad oggi sono considerati il maggior introito per i cantanti. Ovvio è che c’è ancora un blocco psicologico per i cantanti e per i fan. Justin Bieber ad esempio sta facendo ancora tanti live in streaming. Nel futuro sicuramente torneremo ai live ma non ci sarà più una normalità. Lo streaming gioverà dal punto di vista dello spettatore per coprire le distanze e per l’artista stesso in termini di maggior coinvolgimento. Dovranno esserci delle accortezze per i diritti televisivi e gli accordi commerciali per retribuire gli artisti nel modo corretto. Qui, ad esempio, ci sono ancora delle grosse problematiche. Speriamo di tornare presto.

Qual è il sogno di Giorgia?

Essere felice e avere successo nella musica, circondata sempre da chi amo. Spero di avere tante persone che possano sentirsi parte di me!

Rispondi

Silent Bob Previous post SILENT BOB & SICK BUDD, fuori oggi il video di “Piove ancora”
Next post PFM, fuori il 22 ottobre “Ho sognato pecore elettriche” – LA CONFERENZA STAMPA